Skip to content

VILLA CHIARA FABIANA SCARICARE


    Villa Chiara, Fabiana Scarica. di Franco D'Amico Tra i circa chilometri di costa italiana l'approdo del piacere confluisce indubbiamente. Villa Chiara Orto e Cucina – La ristorazione firmata Fabiana Scarica - Top Chef Italia - Vico Equense (NA). Una nuova proposta gastronomica va ad arricchire la già sfavillante Penisola Sorrentina: giovedì 12 febbraio ha inaugurato l'Agriturismo Villa. Fabiana Scarica è una giovanissima chef campana dal grande storia alle spalle incredibile e un suo ristorante, Villa Chiara - Orto e Cucina. Avevo incontrato Fabiana ad Abbiategrasso (MI), nell'ex Convento dell' Annunciata, in occasione del suo showcooking, ultimo della serie degli.

    Nome: villa chiara fabiana
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:70.51 MB

    Dopo aver lavorato alla Torre del Saracino e al Don Alfonso , Fabiana Scarica ha coronato il sogno di aprire un suo ristorante. Un ristorante a chilometro zero che offre i suoi prodotti.

    Si passa dai pomodori cuore di bue ai peperoni, che possono essere abbinati al fior di latte della costiera sorrentina o alla mozzarella di bufala.

    Nei suoi piatti emerge forte il rispetto nella scelta e nella elaborazione degli ingredienti, che si esprime attraverso una cucina genuina ed essenziale. Antipasti di crostacei, paccheri con ortaggi di stagione, risotto al pesto al profumo di rosmarino, parmigiane di terra e di mare ed il pescato del giorno di origini tirreniche.

    Calamaretti con fonduta di provola affumicata su crema di carciofi profumata alla menta. Coppetto di fritti tra cui fiore di zucca ripieno di ricotta di Scala. Polpo tenero grigliato, crema di topinambur e polvere di caffè con alga fritta e quinoa croccante. Spaghettoni del Pastificio dei Campi con cozze e crumble di pane e mortadella.

    Villa Chiara a Vico

    Affabula narrazione dei luoghi, il suo vissuto tra Stabia e Capri, punti limite di una corda che sottende l'arco affascinante della Penisola Sorrentina. Dalla cucina uscendo per saluto, azzurri gli occhi, pulito il viso, buono il radioso sorriso, ecco Fabiana.

    Work in progress il suo sogno: un locale tutto suo, dopo aver lavorato per alcuni tra i migliori locali, stellati e non, della zona. Fabiana è cuoca per vocazione e per ponderata scelta. Ha saputo e voluto rifuggire dal comodo schema della self made woman, laddove il lacciuolo di un residuale dilettantismo perenne è fatto certo, e con lodevole impegno ha frequentato diligentemente Alma; del Maestro Marchesi è allieva prediletta.

    Vico Equense. Come si mangia al ristorante Villa Chiara

    Casale ristrutturato con estro e sapienza: la mente ed il cuore di Fabiana e i consigli affettuosi di chi le vuole bene. Sale ben arredate, una dentro l'altra, tavoli ben distanziati tra loro. Comfort assicurato. Diligente il servizio. Si viene coccolati con tale dolcezza e schiettezza che subito ci si sente ad agio. Gradevole il composito aperitivo: cappuccino di crema di finocchio con gocce di cacao e olive.

    Delicati crostini con lamella di aringa affumicata, bignè di crema salata, mele al Campari. Le proposte in carta hanno in comune il tratto gentile di Fabiana: il serio e ammirato rispetto della tradizione e, nel contempo, l'ardire di tocchi lievi che arrecano contrappunti di gusto altrimenti poco rilevabili senza le sapienti rivisitazioni. I prodotti dell'orto, un chilometro zero tanto vero quanto virtuosamente non conclamato, sono pressoché presenti, est modus in rebus, in quasi tutte le proposte.

    La genovese di manzo è un classico che rasenta la perfezione.

    Si, anche se richiede molti sacrifici personali ed economici. Dopo la scuola, il ritorno in Campania e Gennaro Esposito: cosa ricorda di questa esperienza? Ritornare in Campania è stato un caso: dopo aver finito la scuola mi hanno comunicato che sarei andata a fare esperienza da Gennaro Esposito. È stato sicuramente strano ritrovarsi dai libri di greco alle cucine di un due Stelle Michelin: in questi casi o rischi di paralizzarti o ti si apre un mondo.

    Fortunatamente non mi sono paralizzata!

    Fabiana Scarica

    Nella cucina di Gennaro ho lavorato a stretto contatto con una ragazza giapponese che mi ha insegnato tutto: sacrificio, precisione, curiosità e voglia di imparare. Dopo due anni ho inziato a collaborare con una start-up, ma mi resi conto che avevo ancora bisogno di esperienza.

    Hai letto questo? SCARICA MP3 CCCP

    In seguito l'Excelsior Vittoria un anno e mezzo in pasticceria, ambito che mi è sempre piaciuto e che mi insegue sempre, ed è probabilmente è il mio portafortuna. Un figlio subisce molto la lontananza di questo mondo, e non è giusto peccare di egoismo in questo momento.

    Poi aprire un ristorante nella nostra terra è sempre stato un sogno: la Campania è ricca di sapori e prodotti, e coltivarli da sé significa già avere una grandissima materia prima su cui lavorare. Per avere un buon risultato basta aggiungere solo un'impronta personale.

    La mia è quindi una cucina territoriale ma diversa, comunque semplice da leggere. A noi campani piace il confronto con il piatto, ci piace interpretarlo, ma quando è troppo è difficile rischia di non essere più un confronto diretto. Quanto di quello che servite a Villa Chiara è autoprodotto?

    Ovviamente parliamo di verdure, uova fresche delle nostre galline, limone e frutta. Quello che non riusciamo a produrre lo andiamo a scegliere dai migliori produttori locali.

    In quanti siete in cucina?

    Quattro, e cerchiamo di coprire una sessantina di coperti: non è facile ma cerchiamo di razionalizzare tutto. In più Villa Chiara non sarebbe mai in piedi senza Arturo, che mi ha convinto ad aprire.