Skip to content

DVD DEAGLIO SCARICA


    Acquista il film Quando C'era Silvio di Enrico Deaglio, Beppe Cremagnani, blogopress.info S.p.A.. Scarica subito la nostra APP. Scarica. Quando c'era Silvio è un DVD di Beppe Cremagnani, Enrico Deaglio, Ruben H. blogopress.info trovi nel reparto Documentario di IBS: risparmia online con le offerte. Con DVD di Deaglio, Enrico, Cremagnani, Beppe, Portanova, Mario: spedizione Scopri Kindle, oppure scarica l'applicazione di lettura Kindle GRATUITA. Uccidete la democrazia! Memorandum sulle elezioni di aprile è un film dei giornalisti italiani Enrico Deaglio e Beppe Cremagnani, uscito in DVD venerdì Stampa/esporta. Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. Enrico Deaglio (Torino, 11 aprile ) è un giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano Con DVD, Torino, Melampo, , ISBN Il raccolto rosso Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile.

    Nome: dvd deaglio
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:59.15 MB

    Lo stesso argomento in dettaglio: Uccidete la democrazia! Particolare risonanza politica ha avuto Uccidete la democrazia! Ipotesi avvalorata dalla mancanza di dati ufficiali sul numero delle schede bianche, e dall'andamento sospetto dei dati ufficiosi ad esse relative.

    A causa del contenuto del film, la procura di Roma, pochi giorni dopo, ha aperto un'indagine contro Deaglio e Cremagnani per "diffusione di notizie false, esagerate e tendenziose atte a turbare l'ordine pubblico", ai sensi dell'articolo del Codice Penale. Il riconteggio si sarebbe poi esteso al resto d'Italia se i risultati avessero evidenziato scostamenti significativi rispetto ai dati proclamati ufficialmente. Nonostante le ipotesi di Deaglio fossero di brogli a favore di Forza Italia, anche Berlusconi appoggia la decisione del riconteggio, sostenendo l'esistenza di brogli, ma a favore del centrosinistra.

    Gli scostamenti riscontrati sono assolutamente fisiologici e non superano la normale percentuale di errore nel conteggio effettuato da organi provvisori, dotati di personale onorario che ha espletato mediamente con coscienziosità e scrupolo le funzioni attribuitigli dalla legge.

    Pertanto all'opinione pubblica, oltre che alla Giunta, va offerta - con piena sicurezza - la legittimità piena delle proclamazioni dei seggi del Senato effettuate in Sicilia all'esito delle elezioni del 9 e 10 aprile " [4]. Il 18 settembre la Giunta delle elezioni e delle immunità del Senato ha terminato la procedura di revisione schede messa in campo il 6 dicembre , dopo la divulgazione delle tesi di Deaglio: "I Comitati di revisione schede costituiti per 7 regioni del territorio nazionale - ha affermato il Presidente della Giunta, Domenico Nania - hanno unanimemente riferito che, nel lavoro svolto, gli scostamenti riscontrati rispetto ai dati di proclamazione sono assolutamente fisiologici.

    Pertanto all'opinione pubblica va offerta con piena sicurezza la legittimità delle operazioni di voto del 9 e 10 aprile per il Senato". La ristrutturazione davanti all'autonomia operaia, a cura di, Milano, Feltrinelli, La banalità del bene. Tutto questo sulla base dei rapporti del Sismi , del Sisde e degli altri servizi segreti, col chiaro intento di scaldare gli animi ai poliziotti ed all'opinione pubblica e giustificare uno schieramento di forze senza precedenti nella storia italiana: Oltre a questo, furono in parte svuotati, preventivamente, alcuni carceri locali, per far posto agli arrestati previsti tra i ed i , furono preparate centinaia di body bags per contenere i cadaveri e si studiarono leggi speciali che impedissero agli incarcerati i colloqui con i propri avvocati difensivi.

    Nonostante tutto questo il primo giorno, giovedi' 19 luglio, scorre via in un clima festoso e nella pace piu' totale, senza nessun incidente: I cori fascisti che si alzano dalle caserme dei reparti della Celere , chiamati dal Lazio e da altre parti d'Italia, sono pero' un presagio di quel che iniziera' ad accadere venerdi' 20 luglio: le forze dell'ordine lasciano indisturbati i piccoli gruppi di Black Bloc , che come da loro modus operandi attaccano e vandalizzano i simboli del capitalismo, ma caricano violentemente ed indistintamente tutti gli altri manifestanti, compreso un corteo autorizzato dei Disobbedienti, guidato da Luca Casarini , dando vita ad alcune ore di cruenta guerriglia urbana che culmineranno con l'omicidio di Carlo Giuliani , ucciso alle Ma questi sono fatti gia' noti e gia' trattati abbondantemente, anche se Beppe Cremagnani ed Enrico Deaglio , questa volta, ci raccontano che il tribunale di Genova ha definito "giustificata" la reazione dei manifestanti all'inaudita macelleria messicana messa in campo dalle forze dell'ordine, che hanno agito autonomamente, illegittimamente ed in maniera sproporzionata.

    Cio' che invece non e' stato sufficientemente approfondito dai documenti precedenti a questo G8 - Fare Un Golpe E Farla Franca e' l'inusuale presenza, per tutto sabato 21 luglio, del vice-presidente del Consiglio Gianfranco Fini nel comando provinciale dei Carabinieri a Forte San Giuliano: l'allora ministro dell'interno , Claudio Scajola piu' volte intervistato nel corso della pellicola ed altri esponenti delle istituzioni, sostengono che Fini abbia semplicemente voluto porgere i propri saluti e le proprie congratulazioni alle forze dell'ordine per aver svolto, con cosi' grande senso di responsabilita', il proprio alto dovere e che si sia poi visto costretto a rimanere barricato nella caserma per via di un assalto da parte dei manifestanti.

    Assalto, pero', che dati alla mano non e' mai avvenuto; cio' che si e' realmente verificata, invece, e' l'inedita permanenza, durante un'avvenimento cosi' eccezionale, di uno dei quattro maggiori esponenti di governo in quello che e', senza badare alle fregnacce che ci vogliono raccontare, il piu' strategico ed importante nodo di coordinamento, di raccolta capillare d'informazioni e di controllo dell'azione dei Carabinieri.

    Questa stranezza ed unicita' di comportamento ci viene raccontata nientemeno che dal Generale Nicolo' Bozzo, allora Comandante della Polizia Municipale , a scanso d'ogni accusa di faziosita'. Che cos'ha fatto Gianfranco Fini , tutto il giorno, nella centrale operativa dei Carabinieri?

    Ha avuto delle responsabilita' in quel che e' successo? E soprattutto, come puo' il Governo continuare ad affermare di non essere stato a conoscenza di cio' che stava succedendo, quando il suo piu' alto rappresentante dato che Berlusconi era impegnato nel meeting si trovava nella stanza dei bottoni?

    Dove sono finiti? Non riesco a darmi nessuna spiegazione. E' una bizzarria. Abbiamo tutti sbagliato campione? Eppure era lo stesso che abbiamo utilizzato per le europee e le regionali, dove avevamo azzeccato.

    Qui stiamo parlando di un errore selettivo, mai verificato nella storia dei sondaggi. Ci siamo sentiti tutti presi in giro. Quali sono le ipotesi?

    Forza Italia dal a oggi ha perso 1 milione e mila voti, la grande maggioranza dei quali andato sicuramente a Casini e - pochi - a Fini. Ma qui stiamo parlando di elettori di centrodestra. Non credo che un simpatizzante dei Ds cambi schieramento. Forse alcuni indecisi hanno pensato che per mandare a casa Berlusconi potevano anche votare Casini e Fini, invece di Prodi.

    Ma strano. Lei continua a ripetere che tutto le sembra strano. Non starà pensando a brogli? Non mi permetterei mai di inficiare un risultato come quello delle elezioni politiche. Ma sono tante le domande che mi frullano nel cervello in questi giorni, e voglio trovare una risposta.

    Perché, tra l'altro, si sperimentato il voto elettronico proprio nelle regioni pi grandi come il Lazio, la Campania, la Puglia e altre? Sta parlando delle regioni in bilico? Senza contare che nello stesso tempo si sperimenta una nuova legge elettorale. E' una questione che mi ha molto infastidito. Ma i sondaggi americani sventolati da Berlusconi erano giusti, no? Ecco perché a breve io e altri sondaggisti italiani prenderemo l'aereo per la Florida. Andiamo a imparare come si fa un sondaggio.

    Lo dico seriamente, nella vita occorre essere seri. Qual il suo rapporto con Berlusconi? Nessuno, e non intendo averne. Sono coinvolto in una spiacevole vicenda giudiziaria di cui preferisco non parlare. Ma grazie alle dichiarazioni di Fiorani alla magistratura appare chiaro che io non appartengo a quei giri.

    Ha parlato con gli altri sondaggisti? Siamo tutti disperati. Vogliamo capire dove abbiamo sbagliato, anche in vista di future elezioni. Pensiamo che magari abbiano influito fattori esterni ai sondaggi, come l'alta drammatizzazione della campagna elettorale, condotta a colpi di scena, ingiurie e un massiccio impiego dei media. E su fattori esterni meno legali? Non li riesco nemmeno ad immaginare. La prova del nove la fornirà il maestro di noi sondaggisti, Draghi, quando metterà a confronto gli exit poll di alcuni seggi-fortezza dei Ds e i dati forniti dal Viminale su quei seggi.

    Stiamo mettendo in dubbio il Viminale? Voglio portare un altro esempio. La notte del 10 ad un certo punto il numero totale dei seggi italiani forniti dal Viminale erano 8 di meno. Poi, dopo qualche minuto, sono tornati quelli di prima. Significa che quel sistema era accessibile. Non lo so. Dico solo che sono successe tante cose strane, quella notte. Sabato e domenica si volta e poi Sia per la Rai che per Mediaset sare Amministrative. Sia per la Rai che per Mediaset sarà il consorzio Nexus a fornire questi dati.

    Nexus, raggruppamento temporaneo di impresa dei rami d'azienda Datamedia e Cirm, entrati di recente a farparte di Allaxia, anche quest'anno chiamato a seguire il monitoraggio dei risultati elettorali. L'intervistatore chiede agli elettori che hanno appena votato di replicare, in segreto, il voto appena espresso all'interno di un fac-simile della scheda elettorale da riporre in un'apposita urna. Gli elettori che hanno appena votato sono contattati seguendo un semplice ma importantissimo principio: quello dell'intervallo prefissato una persona ogni cinque , che garantisce la casualità del campione.

    I dati riportati dagli intervistati nei fac-simile di scheda sono comunicati dagli intervistatori tramite telefono alla sede operativa di Nexus secondo intervalli prestabiliti generalmente ogni due ore.

    Giunti in sede i dati sono opportunamente elaborati per la consegna dei risultati finali. I risultati finali degli exit poll vengono comunicati istantaneamente al momento della chiusura dei seggi.

    I dati vengono tradizionalmente forniti all'interno di "forchette", che definiscono il campo pi probabile di esistenza del dato ad es.

    Proiezioni: le metodologie impiegate Le proiezioni, a differenza degli exit poll, non sono un sondaggio. Esse si basano su una estrapolazione di risultati reali, tratti da sezioni campionarie, riportati all'universo delle sezioni di riferimento.

    Per cui nella fase pre-elettorale e negli Exit poll si parla di "voto di paglia" mentre per le proiezioni elettorali si parla di "voto di pietra". I rilevatori si presentano alla sezione loro assegnata circa mezz'ora prima della chiusura dei seggi in modo da poter rilevare il numero degli iscritti e degli elettori che hanno votato fino a quel momento, con l'apposito modulo di rilevazione dello spoglio.

    I dati, giunti in sede, vengono trattati secondo consolidate tecniche statistiche, per fornire i risultati finali, tradizionalmente espressi in valori percentuali ad un decimale ad es.

    I numeri della macchina operativa 26 professionisti che coordineranno le operazioni; le postazioni telefoniche necessarie al "rientro" telefonico dei dati dal territorio; 5 i seggi campionati per gli exit poll; circa le ore necessarie al rientro telefonico dei dati; 2. E che razza di "dati di pietra" sono??? Come hanno fatto, intorno alle 19, a cambiare le proiezioni cos rapidamente? Se sono dei veggenti, perché non mi danno sei numeri buoni al superenalotto, che li perdono seduta stante?

    E vogliamo segnalare l'anomalia di questi voti che fanno TRE salti prima di arrivare al Viminale? Dal verbale al voto elettronico, poi non si sa come alla Nexus, poi ci sono i Vigili Urbani che portano i plichi in comune, e infine i dati vengono trasmessi al ministero. Ma mentre l'ultimo salto obbligatorio ed effettuato con sistemi consolidati, il resto un'incognita.

    Chi effettua le rilevazioni? Come le trasmette? Con quali garanzie di correttezza? Da dove ha preso quell'informazione? Una nota a margine, ma non troppo: mi hanno detto che per fare il chiavettista USB per le elezioni bisognava avere un diploma. E va bene. Sai, una cosa qualunque, no?

    Cio, se i voti registrati nello scrutinio elettronico fossero stati diversi da quelli ufficiali scritti su verbali cartacei, i primi avrebbero dovuto adeguarsi ai secondi.

    Immagino che questo sia accaduto ampiamente, e immagino quindi che i dati, come volevano farci credere, non fossero in "sola lettura", ma anche in riscrittura. Alla faccia di chi diceva che il voto era ULTRA sicuro, che non si poteva accedere al sistema, che le chiavette erano blindate Chiunque avrebbe potuto accedere alle chiavette, dare un risultato per un altro Quello che mi chiedo : ma se il valore dello scrutinio informatico NON affatto legale, cui prodest?

    Oltre al figliolo di Pisanu, ovviamente Ancora: sul forum di Indymedia alcuni matematici di buona volontà sta va n no elaborando i dati dello spoglio delle ultime schede pervenute al Viminale. C'è da impazzire dalla vergogna!

    Ecco qui il link. Luigi Cari amici Nelle ultime elezioni c'è qualcosa di poco chiaro. Berlusconi invoca i brogli elettorali ben sapendo che li ha fatti proprio lui! Stranamente questo si verificato nelle ultme elezioni in America x Bush , in Germania e guarda caso anche qui in Italia! In questo caso la differenza di cui al precedente punto dovevano essere i voti giunti dall'estero, coltivati da Mirko Tremaglia vedi articolo: "Su sei seggi al Senato degli italiani all'estero, quattro ce li prendiamo noi".

    I risultati delle votazioni all'estero si ritorcono contro la destra e danno il colpo finale. In questo caso la differenza tenuta in serbo dalla destra dovevano essere i voti giunti dall'estero, coltivati da Mirko Tremaglia e tenuti al sicuro nei capannoni della protezione civile a Castel Nuovo di porto Ora ecco la sorpresa: i risultati del voto degli italiani all'estero sono inaspettatamente a favore della sinistra!

    Il mio amico Paolo Proietti ha l'intuizione geniale, mette insieme tutti questi indizi e scrive un racconto di "fantapolitica" che intitola "l'ultimo dono di Bush" ma stranamente tutto somiglia alla realtà e tantissimi si mettono in agitazione Ma ecco qui di seguito e in allegato il racconto di pura immaginazione scritto dal mio amico Paolo Proietti email:paoloproietti libero. Il regalo dell'amico George stava funzionando alla perfezione.

    November | | Notiziole di .mau.

    Un trucco semplice. E geniale. Mancavano da scrutinare poche centinaia di seggi e il vantaggio dell'Unione alla Camera si stava assottigliando: Improvvisamente l'unto del Signore proruppe in una bestemmia irrepetibile. Cazzo speriamo che non se n'accorgano.. E quel deficiente di Pisanu. L'avvilito direttore di Nexus aveva appena finito di commentare "l'ultima proiezione su dati reali": "Non capisco. Ma non nella realtà virtuale.

    E di questo si era trattato di elezioni virtuali. Stava andando tutto cos bene, bastava "sporcare" un po' i risultati, e invece quel dato , di una perfezione assoluta. Nello stesso momento, nella sede dei DS , C. Ancora non si hanno i risultati definitivi. Silvio comincia a sudare. Quando è nervoso gli sudano le mani. Il Viminale continua a sciorinare cifre e l'Unione a perdere voti.

    Ma ecco tocca che tocca a Fassino. Siamo maggioranza nel Paese.

    Ormai tutti sanno che al senato ha vinto, seppur di poco la casa della Libertà e con seggi ancora da scrutinare il vantaggio dei prodiani di soli Perfino Angius, a "Porta a Porta", cade dalle nuvole e si attacca al cellulare..

    Ma Fassino non parla di voti. Lancia un messaggio al Ministro dell'Interno. Lo scrutinio si arresta inspiegabilmente.

    Pisanu va da Berlusconi: "E' finita, presidente. Incomincia a spargersi la voce che gli italiani all'estero hanno votato incredibilmente in massa per Prodi.

    Poco prima dell'Alba, appena viene data la notizia della vittoria, risicata ma certa, del centrosinistra sia alla Camera che al Senato, Pisanu mantiene la parola data a Fassino e chiama il capo della polizia: alle 6,30 viene arrestato Bernando Provengano Contributo di Paolo Proietti vorrei tanto aiutarti ma penso che per poter fare una verifica iniziale servirebbero copie dei verbali delle sezioni che qualche rappresentante di lista dovrebbe avere.

    Devo dire che tutto il sistema elettronico cosi' come viene descritto e' innanzitutto obsoleto. Dovresti provare a chiedere se ci sono bloggers che hanno i verbali o appunti delle sezioni con scrutinio elettronico. Non so se l'hai letto ma anche Crespi la pensa come noi Rita Caro Antonio, a proposito di presunti brogli elettorali da parte del Centrodestra voglio dare il mio modesto contributo su come potrebbero essere andate le cose nel computo dei voti.

    Da questo momento le cose cambiano! Riprendiamo il conteggio.

    sfondi pippo

    Voti manuali , arrivati al Viminale C'è abbastanza da riflettere. Saluti, Aldo Donato Per te e per Charly e da pubblicare dove volete Sono cresciuto in Svezia dove i voti alle elezioni vengono contati in pubblico e in TV pi o meno come faceva il Corriere con i dati che riceveva.

    Allo stesso modo che si usa per lo sci mezzofondo o il pattinaggio in velodromo. Dove si parte singolarmente o a coppie e poi si calcola giro per giro, km per km. Dunque, anche senza essere un genio di statistica e di calcoli ci sono abituato. La notte dello spoglio ho notato subito questa tendenza - il concorrente P aveva un vantaggio sul concorrente B che sembrava assottigliarsi gradualmente - come se il concorrente B avesse una marcia in pi, o che prendesse continuamente piccole dosi di qualcosa che lo faceva andare pi forte del concorrente A.

    A un certo punto - visto che ci sono abituato ho perfino notato che queste piccole dosi non sarebbero bastate. Quando mancavano 10mila sedi. E difatti stato cos. Quanti voti "droga" hanno inserito nel sistema? Mezzo milione? Un milione? Non sono bastati. Io comunque alla OSCE gli ho gi scritto. Non su quanto sopra ma sul semplice fatto che Pisani padre ha fatto controllare i voti elettronici in tre regioni in bilico dall'impresa di Pisanu figlio.

    E poi si potrebbe segnalare queste "strane coincidenze" che molti hanno notato. Salutoni dalla Svezia Pierangelo Sassola aggiungiamo alla tesi due questioni importanti: 1 come mai solo la Nexus e' stata scelta o forse imposta a tutte le TV???

    Non ci vuole un informatico per capirci. Se tu riuscissi a fornirmi informazioni delle modalità di trasferimento dei dati magari contattando chi ha presenziato agli scrutini dei voti ti potrei dare indicazioni pi precise, ma fino ad allora parliamo di qualcosa di non dimostrabile tramite la matematica la statistica non una scienza perfetta, mentre la realtà ci insegna che tutto pu succedere - anche se in questo caso veramente inverosimile quanto successo.

    Bisognerebbe sapere in che forma i dati sono stati elaborati tramite un database? Chi era addetto all'elaborazione? Tanto per farti un esempio, per un programmatore nemmeno avanzato come me , molto semplice creare un programma in grado di manipolare in maniera occulta una mole di dati più grande , più semplice alterandone i valori l'ho fatto io stesso su dei contatori per siti internet, dei contatori che sistematicamente col passare dei minuti aggiungevano visitatori inesistenti ; ti basta sapere a quale numero devi arrivare, ed il gioco fatto.

    Anche per questo ritengo pi che fondata l'ipotesi che il piano della CDL non sia andato a buon fine a causa della sottovalutazione dei voti REALI andati al centrosinistra. Ma non sono qui per parlare di programmazione quanto piuttosto di questo giochino delle migliaia di chiavette usb che avrebbero dovuto contenere i risultati elettorali delle 4 regioni campione.

    Gia' quando saputa questa notizia ne abbiamo parlato con mio figlio ha 27 anni e dovrebbe laurearsi tra poco in ingegneria e ci siamo detti una frase emblematica:"Ma sono idioti quelli della sinistra a consentirgli queste cose?

    Meno male che e' solo sperimentale e che valgono i voti cartacei Quando a pochi giorni dalle elezioni abbiamo saputo del fatto che avrebbero avuto valore salvo contestazioni che avrebbero portato a ricontare le schede ma che avrebbero richiesto 6 mesi E poi E ci sara' cosi tanta gente preparata in informatica che riesca a seguire e controllare in contraddittorio questo tipo di voto garantendone al tempo stesso la sua segretezza e la sua correttezza?

    Uccidete la democrazia!

    CHI della sinistra era presente come contraddittorio durante queste delicate fasi di "programmazione - esecuzione - trasferimento e raccolta dei voti? Naturalmente posso dimostrare come sia possibile ottenere cio' che si vuole con poche righe di codice e persino come sia possibile "criptare" questo codice e renderlo quasi impossibile da individuare persino nel programma sorgente.

    Caro Tafanus, i dubbi su come i risultati del voto possano essere stati alterati con il voto elettronico in Piemonte, Lazio, Puglia e un'altra regione che non mi ricordo, mi ha tenuto sveglia stanotte ho letto l'e-mail al mio ritorno al lavoro. L'ipotesi non delle pi carine. Sarebbe un salto qualitativo piuttosto grosso rispetto alle Mi sono per ricordata, dai tempi in cui facevo la scrutatrice, che uno dei compiti dei rappresentanti di lista dell'allora PCI era quello di comunicare i risultati seggio per seggio appena lo scrutino era finito.

    Credo che questa prassi i DS l'abbiano mantenuta, tanto vero che sapevano con 3 o 4 ore di anticipo che la Camera era andata bene anche se per un soffio. Non avrebbero potuto saperlo se i dati sul voto, ottenuti seggio per seggio, fosse stato alterato al Ministero dell'Interno. Che ne pensi? In controtendenza, come stato fatto notare, l'esito delle votazioni degli italiani residenti all'estero che ha decretato una netta vittoria del centro sinistra a discapito della Casa delle Libertà.

    Se ci dovessimo chiedere quali potrebbero essere le ragioni dietro un risultato cos anomalo se paragonato a quello nazionale probabilmente dovremmo prendere in considerazione una serie di fattori che non potrebbero prescindere dalla storia individuale di ciascun paese ospite, dai flussi immigratori recenti o passati e da considerazioni di carattere sociologico proprie di ciascuna comunità italiana all'estero: un lavoro decisamente impegnativo.

    Nell'immediato mi sembra di poter individuare tra i fattori che contribuiscono a spiegare il diverso esito elettorale, il grado di libert d'informazione del paese ospitante. Passando in rassegna i dati praticamente definitivi forniti dal Ministero degli Interni sembra infatti potersi stabilire una correlazione tra il grado di libertà di espressione fa riferimento il rapporto di Reporter Sans Frontieres dello stato estero ospitante e le preferenze di voto emerse.

    Pur con le dovute eccezioni si nota una generale tendenza che porta gli italiani residenti in paesi con un elevato grado di libertà d'informazione a orientare la loro preferenza verso lo schieramento di sinistra piuttosto che verso la destra. La tendenza sembra gradualmente invertirsi allo scemare del grado di libertà d'informazione del paese ospite. I votanti risultano frammentati tra diversi paesi europei anche se, nell'ordine, Svizzera, Germania, Francia, Belgio, Regno Unito, Spagna ne raccolgono il maggior numero.

    Da notare che in alcuni paesi si sono avuti un numero di voti nell'ordine della decina o di poche centinaia, pertanto non li prender in considerazione sia per il limitato peso nell'assegnazione finale dei seggi sia per l'esiguità del campione che non consente di trarre conclusioni convincenti. Il limite arbitrario sarà fissato ad almeno voti.

    Tenendo presente che l'Italia si colloca al 42esimo posto della classifica di Reporter Sans Frontieres ultima tra i paesi dell' Europa Occidentale vediamo di passare in rassegna gli esiti delle votazioni partendo dai paesi in cima alla classifica: Posizione nella Paese Votanti Risultato Centro Classifica Sinistra 1 Danimarca 1. Non ho preso in considerazione Norvegia che per sfiora i mille voti voti in cui il centro sinistra esce vincitore ma con pochi punti di vantaggio rispetto allo schieramento di destra.

    L'Islanda stata esclusa per lo scarso numero di votanti 21 appena e delle Finlandia non sono pervenuti i risultati. Scendendo nella classifica troviamo nell'ordine i seguenti stati appartenenti alla circoscrizione Europa: Posizione nella Paese Votanti Risultato Centro Classifica Sinistra 9 Slovenia 1.

    In entrambi lo schieramento di sinistra esce vincitore data la presenza di liste indipendenti che sottraggono voti ad entrambe le due grandi coalizioni. In Germania in centro destra totalizza il Nonostante la sconfitta i margini sono sensibilmente ridotti rispetto alla tendenza generale e in particolare il Regno Unito rappresenta un eccezione. Riguardo alla Spagna che si trova al quarantesimo posto della classifica e precede di sole due posizioni l'Italia, va fatto notare come tale posto visti recenti sviluppi non sia probabilmente aderente alla realtà e non penso di sbagliarmi anticipando il miglioramento di qualche posizione nel rapporto Per quanto riguarda stati con indice di libertà di espressione inferiore a quello italiano, ne possiamo trovare svariati nella sezione Europa ma solo tre, se non vado errato, superano i votanti.

    Nell'ordine Croazia, Serbia e Montenegro, Turchia. Pur con la dovuta cautela va detto che in molti paesi il cui grado di libertà di informazione inferiore a quello italiano, la destra sembra raccogliere il maggior numero di preferenze ma il numero di voti inferiore al migliaio e il campione risulta troppo ristretto per estrapolarne analisi, in generale, convincenti.

    Tra questi paesi ricordo: Bulgaria voti - 48 posto , Polonia voti - 53 posto , Albania voti - 62 posto , Romania voti - 70 posto.