Skip to content

SCARICA CERTIFICATO DI FIRMA AGENZIA DELLE DOGANE


    Nessuna informazione disponibile per questa pagina. Scadenza dei certificati di firma digitale rilasciati dall'Agenzia delle Dogane per l'​invio telematico della dichiarazione Intrastat. I certificati rilasciati dall'Agenzia delle Dogane con l'applicazione web “Sistema che permetteranno di effettuare il rinnovo delle credenziali di firma utilizzando. I certificati di firma elettronica forniti dall'Agenzia delle Dogane hanno validità di 3 Per la generazione o il rinnovo del certificato di firma (keystore) è necessario Desktop Dogane fornito dalla dogana (è possibile effettuare il download dal. Uffici delle Dogane di Padova – Treviso – Venezia – Verona - Vicenza In questa prima parte ricorderemo i passi da fare per scaricare le credenziali di accesso al servizio. l'applicazione. Genera. Ambiente per generare il certificato di firma.

    Nome: certificato di firma agenzia delle dogane
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:27.24 Megabytes

    Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. Caso 2 società che richiede il servizio con sottoscrittore già in possesso del certificato di firma di un altro Ente riconosciuto effettuare un PRIMO ACCESSO con il codice di accesso della Società: nella stampa delle credenziali sarà presente la password di accesso all applicazione necessaria per accedere alle applicazioni del telematico.

    All apertura della sessione verrà visualizzata una pagina dalla quale sarà possibile sia accedere all applicazione Genera Ambiente che scaricare l applicazione Firma e Verifica, con i relativi manuali di istruzioni: 7 8 Dopo l'accesso all'applicazione "Genera Ambiente" è possibile generare la coppia di chiavi dell'utente, pubblica e privata, che saranno successivamente utilizzate per il calcolo dei codici di autenticazione. In sequenza l'utente deve: Selezionare la funzione 'Genera chiavi': eseguita la selezione viene visualizzata nella finestra principale la maschera di seguito riportata: Alla richiesta di installare il certificato di protezione è necessario rispondere "SI".

    Per effettuare la generazione, viene richiesta l'indicazione dei dati identificativi del soggetto titolare del certificato, anche riportati nella stampa ottenuta con la funzione 'Primo accesso' nel Servizio telematico doganale: codice fiscale; PIN; Numero postazione o progressivo sede ; 8 9 Numero di autorizzazione quest'ultimo è quello che risulta nella stampa dell'autorizzazione rilasciata dall'ufficio doganale. Per avviare l'operazione l'utente deve selezionare il pulsante "Esegui".

    L'applicazione si connette automaticamente con il server di registrazione dell'amministrazione finanziaria RA centrale , che verifica i dati e ne invia un riscontro in risposta.

    Per usufruire del servizio è necessario: registrarsi al servizio WebCO per ottenere la password di accesso all'area riservata "Richiesta telematica di certificati di origine" ; disporre di un dispositivo di firma digitale per la sottoscrizione delle domande di rilascio dei C.

    Ricevuta la richiesta, l'ufficio camerale verifica la correttezza della documentazione e rilascia il certificato. Contestualmente, avviene il pagamento on-line del dirittto di segreteria. I certificati emessi dall'Ufficio camerale, e pronti per il ritiro, riportano la dicitura "rilasciato" seguito dal numero di protocollo sul programma WebCO.

    Da quel momento è possibile ritirare il certificato presso la Camera di Commercio, negli orari specificati. Risposta: Deve aprire il file con Excel, fare Salva con nome e selezionare come Tipo file: Excel Otterrà un file identico al precedente ma con estensione xls, in questo modo è possibile importare il file in Intr Web versione Risposta: La cella della data fattura deve avere formato testo ed essere inserita nella forma aaaammgg.

    Risposta: I passi da eseguire sono: 1.

    Creazione elenco o manualmente o importandolo 2. Approvazione elenco 4. Copiare il file scambi.

    Certificati di origine online: La nuova procedura di rilascio

    Fattura emessa in modalità cartacea Come evidenziato in premessa, non subisce variazioni il trattamento delle FTF emesse in modalità cartacea possibilità ammessa sino al 31 agosto e che possono essere presentate per il visto entro il terzo mese successivo alla data di acquisto.

    Allo stato attuale i punti di uscita non sono attrezzati con la presenza di tali apparati. Si rappresenta, al riguardo, che sono stati attivati appositi tavoli tecnici con Assaeroporti e con le società di gestione aeroportuali finalizzati a rendere disponibili tali device.

    Si fa quindi riserva di diramare le istruzioni tecnico-operative per il loro utilizzo quando tali dispositivi saranno effettivamente disponibili. Comunicazione di avvenuta apposizione del visto presso un altro stato membro.

    Desktop Dogane, le applicazioni gratuite per dialogare con l’Agenzia

    Detta password sarà poi richiesta in fase di firma con l'applicazione "Firma e Verifica" o con il modulo Firma presente in di un file da inviare con il servizio telematico doganale. L'applicazione in questa fase provvederà a: generare la chiave pubblica e privata dell'utente; registrare la chiave privata sul dispositivo scelto; e comporre con la chiave pubblica la richiesta di iscrizione che viene trasmessa al server di certificazione CA-Certification Authority il quale: o controlla che l'utente non sia già titolare di un altro certificato ancora valido; o controlla che la stessa chiave pubblica non risulti già assegnata ad un altro utente; o genera e registra il certificato dell'utente; o restituisce il certificato all'applicazione.

    Al termine l'applicazione provvederà a registrare sul dispositivo prescelto il certificato, creando un unico file di nome keystore. Si consiglia di eseguire immediatamente una copia del dispositivo di firma.

    A conclusione della procedura, verrà visualizzato un messaggio che conterrà il nome del file che è stato generato ed il percorso nel quale l utente ha scelto di salvarlo. Da notare che il nome del file è costituito da primi 4 caratteri sono il codice utente gli altri quattro caratteri rappresentano il mese e il giorno corrente I significa che contiene elenco intra i due caratteri seguenti rappresentano il progressivo invio inserito in fase di preparazione Questo costituisce il file pronto per l inserimento della firma digitale.

    Si continuerà poi eseguendo tutte le operazioni descritte al punto 1 Per quanto riguarda le altre tipologie di dichiarazioni che è possibile trasmettere per via telematica, rinviamo alla consultazione dei relativi manuali e tracciati record disponibili nel menu Ti aiuto?