Skip to content

FOTO GEOREFERENZIATE SCARICARE


    Per scaricare la versione portatile di GeoSetter sul tuo PC, collegati al sito Internet del programma e clicca sulla voce blogopress.info A download completato, apri il. Grazie a questi dati, si possono sfogliare le proprie foto sul computer e cliccare sulla voce blogopress.info per scaricare il programma sul tuo PC. Il nostro obiettivo è facilitare l'accesso ai dati cartografici georeferenziati; ma Applicazione che serve a scaricare in locale foto satellitari georeferenziate da. Il geotagging, come tracciare geograficamente le nostro foto mentre viaggiamo, scopriamo le tecniche ed i trucchi per inserire le SCARICA CALENDARIO ! cos'è un geotag o geocode e come utilizzarlo per le foto in viaggio. una copia della foto georeferenziata nella libreria della app. Questa versione si può provare anche solo per un giorno pagando con un tweet.

    Nome: foto georeferenziate
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:24.17 Megabytes

    Geotagging foto e coordinate GPS cos'è un geotag o geocode e come utilizzarlo per le foto in viaggio Il viaggio è il momento in cui scattiamo più foto per immortalare e ricordare la bellezza dei posti che stiamo visitando. Spesso accade, riorganizzando le foto o prendendo quelle vecchie, di non ricordare esattamente il luogo in cui erano state scattate. Una soluzione semplice è scrivere un diario di viaggio riportando data e orario e luoghi visitati.

    Una soluzione viene dalla tecnologia tramite il processo di geotagging che consente di aggiungere le coordinate GPS di latitudine e longitudine appunto i geotag o marcatori geografici alle nostre foto. Grazie a queste coordinate sarà sempre possibile rimappare le immagini e conoscere il luogo dello scatto, oltre a poter caricare le foto sulle mappe di Google, Google Earth ed i tanti servizi oggi disponibili online.

    Vediamo in dettaglio i trucchi e le tecniche per agganciare le coordinate geografiche alle nostre foto durante i viaggi in giro per il mondo, considerando anche il rapporto costi benefici ed i problemi di traffico dati e roaming. Formato EXIF Alla base del geotagging c'è il formato Exif Exchangeable image file format , si tratta di un formato che aggiunge direttamente alle immagini jpg e TIFF una serie di metadati tra cui la latitudine e la longitudine dello scatto.

    Questo formato è utilizzato da tutte le macchine fotografiche digitali in commercio e dagli smartphone. I metadati aggiunti non sono in un file separato ma sono integrati nell'immagine stessa, per visualizzare i metadati basta fare click con il tasto destro sull'immagine da esplora risorse di windows e selezionare "proprietà" e poi "dettagli" nei tab in alto alla finestra.

    JAR e la fase di installazione è completa. Sono disponibili altre opzioni di configurazione, lascio a voi il piacere di esplorarle dal momento che quelle indicate sono sufficienti per lo scopo prefisso. Utilizzo del programma Abbiamo iniziato la nostra sessione fotografica, abbiamo sincronizzato data ed ora sui nostri device, abbiamo messo in REC il GPS prima di iniziare a scattare ed abbiamo concluso la sessione ricordandoci di terminare la registrazione delle posizioni.

    Georeferenziare in QGIS una immagine estratta da Google Earth - GISeTrasporti

    Arrivati a casa abbiamo poi scaricato sul nostro computer le immagini e la traccia GPS: ora abbiamo tutto quello che ci serve! La prima cosa da fare è indicare al programma dove si trovano i nostri scatti fotografici ed abbiamo la possibilità di caricare tutti i files presenti in una cartella o singole immagini.

    Dopo aver caricato le immagini dobbiamo caricare il file GPX registrato durante la sessione fotografica a titolo puramente indicativo, sebbene non abbia mai provato, ho letto che installando altro software aggiuntivo GeoTag è in grado di interfacciarsi direttamente con alcuni GPS.

    Similarly, choose at least 4 points on the image and add their coordinates from the reference layer.

    APP del Comune di Cassano d'Adda - RETE CIVICA DEL COMUNE DI CASSANO D'ADDA (MI)

    Scegliete le impostazioni nel modo indicato nella figura in basso. Fate click su OK. Tornate nella finestra Georeferenziatore. Quando il processo è finito, vedrete finalmente il layer georeferenziato caricato in QGIS.

    Sfogliare le foto in base alla posizione su iPhone

    Se tutto è andato bene, lo vedrete perfettamente sovrapposto al layer di OpenStreetMap. Per rendere il nostro lavoro più gradevole, togliamo i punti in bianco e nero che non appartengono al nostro dato.

    Tasto destro sul layer della nostra immagine e scegliete Proprietà. Portatevi sulla scheda Trasparenza.

    Vogliamo specificare che i pixel bianchi oppure neri non sono valori del dato e dovrebbero essere resi trasparenti. Mettete dunque il valore 0 alla voce Valori nulli aggiuntivi. Click su OK.

    Adesso dovreste vedere la vostra immagine perfettamente sovrapposta al layer di consultazione. Adesso vedrete la vostra immagine georefenziata sovrapporsi al layer di rifermento e consultazione.

    Per gestire questa tipologia di informazione abbiamo individuato GeoSetter, giunto alla versione 3. GeoSetter nasce con l'obiettivo di gestire i metadata relativi alla geolocalizzazione, ma offre anche altre opzioni che andremo a descrivere in seguito. Il file di installazione è disponibile qui , sono supportati i soli sistemi operativi Microsoft Windows e la procedura di installazione da seguire è estremamente semplice.

    L'interfaccia grafica di GeoSetter offre nella parte di sinistra un file manager utile per individuare gli elementi su cui si desidera intervenire, al di sotto di questo strumento viene offerta una preview dell'immagine. Un'ampia area sul lato destro dell'interfaccia grafica è occupata da una finestra di Google Maps su cui vengono visualizzate le coordinate geografiche presenti nei file EXIF dell'immagine.

    Qualora una o più immagini siano prive di geotag è possibile inserire manualmente queste informazioni con GeoSetter: è sufficiente posizionare il puntatore del mouse sulla mappa nella posizione in cui è stato effettuato lo scatto, cliccare con il tasto destro e associare la posizione alla specifica immagine selezionata nel file manager presente sulla sinistra.

    La presenza di informazioni geografiche nei file EXIF è evidenziata da un piccolo simbolo che viene inserito nella thumbnail. Per ogni scatto è anche possibile definire l'angolo di visione, ma i controlli disponibili per intervenire su questa opzione non offrono un buon livello di intervento.