Skip to content

SCARICA COPIONI SKETCH COMICI DA


    Tutti i testi teatrali di genere "Sketch" Alla maniera dei De Rege · SAPIENZA Antonio · Sketch · Amici miei · BALDI Lino Liano · Sketch · Amleto e Otello. Tutti i testi provengono o dalla mia mente contorta o da fotocopie di fotocopie che Se utilizzi i miei sketch con successo e senza che io ci guadagni nulla, dici. Da scaricare liberamente, copioni in una nutrita raccolta organizzata per categorie. Commedie comiche italiane a libera disposizione delle compagnie. Per visionare e/o scaricare “Ruttini a Cena”, non è solo una commedia in rosa, ma un percorso emozionale nel corpo di una donna, . Ecco per voi una raccolta di 10 sketch di teatro cabaret per uno, due o tre personaggi, sia per uomo che. Scarica gratuitamente l'APP GTTEMPO da Google Play o Apple Store Dal tuo smartphone potrai: Con l'APP E dalle prossime release potrai anche scaricare direttamente i copioni. Cosa stai aspettando! Scarica subito . SK, 1a, U(3), scarica, Sketch del controllore . RA, 1a, U(10+)-D(10+), scarica, Divina Commedia.

    Nome: copioni sketch comici da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:45.70 MB

    SCARICA COPIONI SKETCH COMICI DA

    Cercare: Scaricare musica su windows 7 Uhydekycekih Downloads Gta 5 british police mod xbox one. Scaricare musica su windows 7. Funzioni base del computer. How to delete multiple emails on ipad mini 3. Numero di telefono mediaworld palermo. How to remove pre installed software from your new pc. Zong internet package check mb. Abox android tv box firmware. Macbook pro 15 review Calcolo potenza motore endotermico.

    NUTELMA - In un certo senso hai ragione leggendo sulla sfera ma non ci vedo ancora chiaro, dimmi sorellina quante volte è successo che gli hai scoppiato tutte e due le gomme? E allora ci vedo chiaro Sono disperata! NUTELMA - Sento che sei una persona molto aggressiva e che hai problemi con tuo marito perchè lui si spaventa tanto di te che a casa cerca di non esserci mai Torniamo a noi Mancu u to nomu sai?

    Ci mancava macari u surdu Iu vogghiu sapiri si sugnu furtunatu. Ma chi voli diri? Passamu a secunna. Prima lezione di catechismo, quella era una lezione di buona educazione Prima lezione di catechismo i dieci comandamenti, li conosce? Personaggi: 6 1U e 5 ragazzi Atti: 1 Epoca: Oggi. Trama: Per una marachella compiuta in classe da uno scolaro, alcuni suoi compagni si vedono ingiustamente puniti dall'insegnante.

    Unica eccezione uno scolaro bravissimo ma povero, che continua ugualmente ad aiutare nei compiti il ricco ma meno intelligente coetaneo. Per quest'ultimo sopravviene un avvenimento imprevisto che riduce pure lui alla povertà.

    Giudizio: La diversità di rango sociale non deve influire sulla stima e l'amicizia. Personaggi: 9 7 ragazzi e 2 ragazze Atti: 2 Epoca: Senza tempo. Trama: A Pomerania, allegro paese da fiaba, non c'è da sorprendersi che accadano cose straordinarie. Succede anche che il sindaco Grisù, eletto tale solo perché poverissimo, si trovi a dover fronteggiare una congrega di strani personaggi, alcuni in veste di collaboratori, altri di inviati speciali di un altro mondo; tutti pronti a scatenarsi in spensierate sarabande appena ne capiti l'occasione.

    Ma sui subdoli allettamenti di Moloch prevale infine l'offerta di Moena, e tutto proseguirà quindi sulla giusta via del Bene. Grisù, povero sindaco, ormai sciolto dai suoi civici impegni, potrà assolvere un altro fantasioso obbligo, che lo porterà a far germinare altrove i prodigiosi semi del POP.

    Giudizio: Commedia per ragazzi. Scenografia: La sala d'aspetto di una stazione e l'ingresso del bar della stessa. Trama: Il lavoro, in maniera un po' drammatica, narra del conflitto psicologico generazionale tra padre e figlio, e tra madre e figlio.

    Questi sta per lasciare la famiglia, nascostamente; ma un ultimo dialogo con il padre lo ferma.

    “Due volte Natale” di M. Falaguasta

    Questo atto unico ci darà una lezione sui ragazzi d'oggi che, assistendo e partecipando a queste recite, vengono spinti ad essere più buoni, più di esempio agli altri. Giudizio: Atto unico per ragazzi scritto con amore per il teatro, e con l'intento di insegnare fatti importanti della nostra religione.

    Trama: Commedia brillante del genere "demenziale". Adatta per ragazzi e adolescenti non ha una trama vera e propria ma è un pretesto per scrivere una sceneggiatura volutamente infarcita di battute, barzellette, freddure, situazioni assurde, personaggi irreali. Scritta per divertire, la vicenda si sviluppa nell'ufficio della "Jena ridens", società specializzata nel risolvere problematiche legate alla nevrosi, dubbi, angosce tramite lo sketch, la battuta fulminante.

    Genere: Agiografico. Atti: 3 Epoca: Dalle origini a oggi. Trama: Lo spettacolo è costituito da tre atti ambientati in circostanze differenti, ma legate da un unico filo conduttore: l'eterna lotta tra il bene e il male. Vengono rappresentati i momenti più salienti della vita di Caino e Abele, S. Stefano, S.

    Narratrice delle varie sequenze è una roccia personificata che, testimone delle vicende umane nello scorrere dei secoli, si pone il ragionevole dubbio se valga davvero la pena di combattere affinché il bene prevalga sul male. La risposta verrà da un giovane del pubblico ma anche da ciascuno spettatore: "Vale la pena sforzarsi per essere migliori, vale la pena lavorare per una società più degna, vale la pena.

    Giovanni Paolo II Giudizio: Coinvolgente e stimolante l'autoverifica su quanto ciascuno di noi in ogni scelta quotidiana possa essere "protagonista" nell'eterna lotta tra il bene e il male.

    Personaggi: 8 2U, 5 ragazzi e 1 bambina Atti: 3 Epoca: Oggi. Trama: L'azione si svolge in uno sperduto paesino agricolo dove c'è un solo negozio di generi alimentari a cui fanno capo tutti gli abitanti del villaggio.

    Padrone del negozio è un tipo poco onesto che segna i conti su un libro rosso, alterandoli a suo vantaggio. Alcuni ragazzi se ne accorgono e pensano di castigare in qualche modo il commerciante disonesto. Arriva al paese un giovanotto con una fuori serie, e per questo motivo diventa l'idolo dei ragazzi. L'unico è il negoziante. L'impresa di convincerlo sembra disperata, ma il giovane riesce a commuovere l'uomo, che finanzierà la costruzione dell'asilo.

    Giudizio: Una commedia semplice e divertente. Personaggi: 8 ragazzi Atti: 3 Epoca: Oggi. Trama: L'Autore, presentando la commedia, dice: "Eccovi 8 ragazzi, 8 caratteri, 8 tipi che s'incontrano, si scontrano e si uniscono per scoprire chi fra loro ha commesso ".

    Una lettera minatoria con tanto di mano nera. La morte, per avvelenamento, di un gatto. Il misterioso, introvabile imbalsamatore. Il manuale dell'imbalsamatore scoperto per caso e che poi scompare. La caccia dei ragazzi per trovare il gatticida. Mario il fifone che diventa l'eroe della brigata e sfugge all'insidia del sonnifero. Giudizio: Una commedia quasi gialla. Avventura e comicità. Atti: 2 Epoca: Spagna.

    Inizi ottocento, Scenografia: Un refettorio; cucina al centro. A sinistra un esterno; destra una soffitta che si raggiunge con una scala. Narra di un neonato allevato dai frati di un convento. Cresce molto solo e birichino; infine egli scopre che in soffitta c'è un Uomo crocifisso, gli porta nascostamente da mangiare, dialoga con Lui.

    E viene portato in Paradiso. Giudizio: Per ragazzi. Scenografia: Grande giardino con cancello; interno di una casa modesta. Trama: Due fratelli figli di mugnai, stanchi di far sempre le stesse cose ogni giorno, se ne vanno in cerca di fortuna.

    Passa un anno, un mese, un giorno e dei due fratelli nessuna notizia. Il terzo fratello, Marco, decide di mettersi in cerca, e parte.

    Recite - MaestraSabry

    Giunge alla casa dei mugnai un personaggio misterioso, accompagnato da un aiutante. E' il Re, esiliato da un usurpatore, che è tornato a riprendersi il regno e a cercare il figlio, rapito anni prima per essere ucciso; si tratta di Marco, trovato ed allevato dai mugnai. Gli avvenimenti incalzano. Marco, arrivato allo stesso cancello da cui i due fratelli non erano più usciti, è impegnato a superare le prove che lo vedranno vincitore, liberando i fratelli dall'incantesimo che li aveva trasformati.

    C'è poi il riconoscimento tra il Re e il figlio Marco, cui segue la gioia finale. Giudizio: Favola ricca di buoni messaggi: volontà, lealtà, solidarietà. Personaggi: 7 4U, 1 giovane e 2 ragazzi Atti: 3 Epoca: Oggi. Trama: Pasquale, calzolaio, ha due figli, Aldo e Mariolino. Aldo aiuta il padre in bottega, Mariolino va a scuola. In casa c'è pure il nonno, un tipo molto allegro a cui piace assai l'acquavite.

    A scuola Mariolino incontra Michelino; i due diventano amici per la pelle. Michelino va di frequente nella bottega di Pasquale ed è benevolmente accolto. Il nonno scopre una strana rassomiglianza fra Aldo e Michelino. Anche il padre di Michelino è contento dell'amicizia dei due ragazzi e propone di far studiare a sue spese Mariolino, che si distingue a scuola per il profitto. Tanto Pasquale quanto l'avvocato hanno in comune una dolorosa vicenda: le rispettive mogli sono morte lo stesso giorno, nello stesso reparto maternità, dando alla luce Mariolino e Michelino.

    Quello fu un giorno di grande scompiglio nel reparto; c'era da perdere la testa e chi la perse veramente fu l'infermiera di turno, la moglie di Battista. Costernata, spaventata per le conseguenze derivanti, timorosa di essere licenziata in tronco, tacque e La rivelazione di Pasquale è improvvisamente interrotta dalle grida di Aldo.

    I due ragazzi sono stati portati all'ospedale. Giunge anche Battista che comunica la triste notizia: Mariolino, per salvare l'amico che stava per essere travolto da un autocarro, è morto. E Michelino di chi è figlio?

    Sottoposto a esami clinici il ragazzo risulta effettivamente figlio del calzolaio e fratello di Aldo, al quale rassomiglia molto. I due padri vogliono tuttavia lasciare a Michelino la scelta, e questa giunge inaspettata, tant'è che il ragazzo riuscirà a mantenere un vivo affetto per Pasquale e l'avvocato.

    Giudizio: Commedia che non richiede attori provetti. Trama: E' la vigilia di Natale; alcuni bambini seduti su una panchina dell'oratorio non sanno come passare il tempo.

    Arriva un piccolo marziano che, dopo aver fatto con la sua astronave un'errata manovra per non investire un meteorite, cade sulla terra. I bambini, senza domandarsi del come o del perché ne diventano subito amici, spiegando al piccolo "ET" la bellezza e la gioia del Natale, cioè la nascita del Salvatore. Giudizio: Favola che dimostra che tutto l'Universo è paese. Adatto per un gruppo di bambini delle elementari che vogliono testimoniare, ma soprattutto trasmettere, la gioia del Natale.

    Atti: 3 Epoca: Attuale. Scenografia: Una via che sbuca in una piazza, dove s'affacciano la povera casa di Bricche e la palazzina dell'Avvocato. Trama: Bricche ha perduto il padre; il fratellastro infierisce su di lui e lo caccia di casa. In piazza incontra lo smemorato Gabriele e diventano amici.

    Alla fine si scopre che l'Avvocato è il padre del Soldato senza memoria. Giudizio: Ragazzi. Scenografia: Trono del faraone; fondali con case degli ebrei e rovereto. Personaggi: 30 di cui 10 bambini e 1 narratore Atti: 2 Epoca: Ai nostri giorni Scenografia: Interno di una stanza che subirà successive trasformazioni legate all'evolversi della storia. Trama: Storia di Pinocchio in versione "moderna", che ci presenta Geppetto impegnato a progettare Pinocchio con il computer.

    Giudizio: Testo ironico e disinvolto, con gradevoli agganci all'attualità. Atti: 1 Epoca: Oggi. Scenografia: Risolvibile con pochi elementi simbolici.

    Trama: Nel formicaio rosso le formiche rosse uccidono quelle di altri colori. Briciola, il protagonista, è blu ma indossa una tuta rossa per non farsi riconoscere. L'unica formica che conosce il suo segreto è Carezza, figlia del Conte Rosso, già primo consigliere della Regina.

    Briciola viene scoperto e condotto davanti alla Regina per essere giudicato ed ucciso. Ma la Regina. Giudizio: Ottima favola per introdurre il tema razziale. Trama: Michelino è un ragazzo che aiuta in bottega il farmacista Impiastrone. Niente paga, poco vitto e molte sgridate. Michelino è stufo ma per fortuna ha un uccellino in gabbia che gli tiene compagnia. Impiastrone non ne sa nulla perché, quando il padrone è presente, la gabbia finisce in armadio. Arriva un vecchio erborista; vuole vendere piante medicinali ma il farmacista lo scaccia.

    Michelino, impietosito, approfitta dell'assenza del padrone e gli regala un barattolo di miele rosato. In compenso l'erborista dona al ragazzo due foglie orsine; dice che sono magiche. Michelino non ci crede e le dà all'uccellino. Gran fracasso nell'armadio ove è nascosta la gabbia: l'uccellino è diventato un orso che cinguetta e parla. Al suo rientro il farmacista deve affrontare l'orso che gli impone di dare subito a Michelino tutti i soldi arretrati. Impiastrone ubbidisce; il ragazzo con l'orso se ne vanno in cerca di fortuna.

    Giudizio: Favola interessante. Personaggi: 5 1D e 4 ragazze Atti: 1 Epoca: Oggi. Trama: Un gruppetto di amichette si propone di offrire ai familiari uno spettacolino teatrale in costume.

    Per prepararsi si isolano nello studio del fratello, dove sono custoditi a scopo sperimentale alcuni rettili e anfibi. Terrore generale, e urla che fanno accorrere la mamma. Questa spiega ridendo che la vipera dorme tranquillamente sotto la sabbia della cassetta e che ora c'è solo da pensare all'inizio del promesso spettacolo. Personaggi: 8 6 ragazzi e 2 ragazze Atti: 2, Epoca: Oggi. Trama: I clown Peo e Pao e Chiodo, orso-scimmia ballerina, sono gli unici componenti del Circo Pisistrato, di cui Pisistrato è padrone, direttore e domatore dell'orso.

    Pisistrato e la sua troupe sono dei poveracci squattrinati, sempre bisognosi di far tacere gli insistenti richiami della fame arretrata. Un po' per stanchezza, un po' per debolezza, Chiodo si rifiuta di fare la parte dell' orso ringhiante, e si rifiuta anche d'indossare il tutù da ballerina, stufo di fare la parte di una femmina. Pisistrato urla, schiamazza, ma Chiodo mantiene la sua posizione di scimmia sapiente. Per una strana combinazione capita nel Circo una simpatica, graziosa, ragazza: Mariannina.

    Anche costei ha bisogno di che sfamarsi. Pisistrato coglie l'occasione per darle il ruolo di ballerina. Mariannina è felice ma più felice è Peo, che s'innamora di lei. Niente da fare; Mariannina sogna il principe azzurro.

    Peo non rinuncia; escogita, con l'aiuto di Pao, un piano di conquista mentre Chiodo è vittima di uno zelante poliziotto che vuole ad ogni costo trovare un tizio da mettere in prigione. Peo ruba un vestito ad un passante per presentarsi, con il nome di Roberto, a Mariannina; delirante per lui, lei lo soprannomina Roberto il bello.

    Roberto il bello improvvisamente scompare e Mariannina si dispera; non vuole più partire con il Circo Pisistrato. Peo svela a Mariannina chi è Roberto il bello, e la ragazza gli si butta fra le braccia.

    Gran finale con marcetta da circo, baci e capriole per il pubblico. Giudizio: Commedia divertente. Personaggi: 12 Atti: 2 Epoca: Oggi.

    Sul palco tutti gli alunni devono stare in scena più tempo possibile e la recita deve avere un certo numero di scene corali canzoni o filastrocche. A teatro si recita. Solo quando gli alunni hanno memorizzato la parte verbale, iniziate le prove in teatro. Ogni alunno deve decidere con quali gesti accompagnare le sue parole e si concentrerà sul tono della voce che deve essere molto forte e più lento del solito.

    Se si recita in inglese infatti bisogna accompagnare le frasi con gesti MOLTO eloquenti e dare il tempo al pubblico di capire. Inspiegabilmente e incredibilmente i personaggi a questo punto hanno preso una vita propria.

    Cameriera e maggiordomo la spediscono in vacanza e iniziano allegramente la loro avventura nella commedia brillante in due atti: Villa Artemisia. Le succede mai che un suo testo venga interpretato dal regista in un modo che lei non aveva neanche considerato?

    Scrivo commedie in dialetto e trovo sottovalutata la genialità di questi bravi registi amatoriali, apprezzati solo a livello locale e non nazionale e che, a volte sprizzando scintille, col loro lavoro propongono e mantengono vivo il nostro dialetto, il nostro parlare e le nostre radici.

    Cosa pensa delle compagnie amatoriali che mettono in scena i suoi lavori? Trovo ammirevole, nelle compagnie amatoriali, la passione per il teatro che spinge la gente a recitare, a far le prove dopo una giornata di lavoro, a tentare di divertire e di divertirsi.

    MaestraSabry

    La bellezza di queste compagnie è che, spesso, con pochi mezzi, ottengono risultati strepitosi. A volte questi mezzi sono davvero pochi e per ricompensa hanno solo tanti applausi a fine commedia Home Le commedie dispongono tutte di una traduzione letterale in italiano; in queste traduzioni la scelta è stata quella di non attenersi ad un italiano corretto, ma di rispettare le forme dialettali.

    I proverbi e le parole intraducibili sono scritti in maiuscoletto. Ma quando a spedirlo non è il legittimo consorte ma un anonimo galante, le cose si complicano, dando vita ad una serie di equivoci dai toni drammatici ma spassosi.